Salta il contenuto

Paese

Una breve introduzione ai contatori di particelle

Il contatore di particelle monitora le particelle è stato ampiamente utilizzato nella produzione in camera bianca, nella produzione sensibile e nei sistemi HVAC.

I contatori di particelle galleggianti svolgono un ruolo importante nel monitoraggio, nella classificazione e nella diagnosi dell'origine e della presenza di contaminanti nelle operazioni in camera bianca. I produttori di semiconduttori, schermi piatti e dispositivi di archiviazione su disco rigido hanno da tempo riconosciuto il legame tra il miglioramento della qualità dell'aria e l'aumento della produzione finale. In particolare, il controllo delle particelle nell'aria è fondamentale per ottenere la certificazione ISO per camere bianche, aree e stanze. Poiché le aree di lavoro variano a seconda dei requisiti di produzione, l'uso di apparecchiature di monitoraggio locali è fondamentale per misurare e mantenere la pulizia richiesta.

La fabbricazione di prodotti elettronici richiede procedure rigorose e controlli ambientali, soprattutto se il processo richiede materiali tossici, infiammabili, corrosivi o reattivi. Allo stesso tempo, i processi e il personale introducono e producono particelle durante tutto il processo di produzione. Quando i componenti interagiscono con la polvere, i microrganismi nell'aria, le particelle di aerosol e tracce di acqua, le rese si riducono notevolmente. Il contatore di particelle garantisce che le funzioni della macchina e del progetto (come filtri e canali dell'aria) nella stanza priva di polvere siano efficaci sia durante la produzione che a riposo.

Diversi strumenti forniscono diversi livelli di funzionamento a seconda delle dimensioni della particella target. La gamma di sensibilità dei contatori di particelle alle particelle dipende dall'applicazione. Pertanto, è progettato per la funzione di identificare e contare le particelle.

Qual ​​è la differenza tra contatore di particelle condensate e contatore di particelle ottiche?

Cos'è un contatore di particelle di condensa?

Il contatore di particelle a condensazione (CPC), noto anche come contatore a nucleo di condensazione (CNC), viene utilizzato per misurare la concentrazione di particelle ultrafini che non possono essere rilevate da un fotometro o da un OPC. Gli inserti del kit contengono reagenti di elevata purezza di isopropanolo o butanolo di qualità, che vengono applicati ai campioni di aria in entrata. L'interazione tra le particelle e il liquido fa sì che le nanoparticelle si espandano fino a una dimensione di circa 10-12 m, il che rende più facile il rilevamento. Questo processo è chiamato nucleazione omogenea. Il contatore di particelle CPC raggiunge il valore di saturazione desiderato, solitamente 100-200%, regolando accuratamente la saturazione della temperatura. Più uniforme è la saturazione, più accurato è il CPC in grado di rilevare gli impulsi di luce diffusa sparsi attraverso le particelle. Particelle non uniformi e/o non circolari possono portare a risultati di test fraintesi o completamente errati ed evidenziare situazioni in cui il CPC è più conveniente rispetto ai contaparticelle ottici standard. I contatori di particelle ottici standard non hanno la sensibilità per registrare le particelle a una soglia di circa 50 nm. I contatori di particelle a condensazione possono contare tutte le particelle fino a 1 nm, a seconda del modello. CPC non fornisce informazioni sulla dimensione delle particelle, solo il conteggio.

Applicazioni e applicazioni generali dei contaparticelle a condensazione:

  • Test di conformità del ventilatore
  • Il test del filtro
  • Indagine sulla qualità dell'aria interna
  • Valutazione di sistemi di filtrazione meccanica
  • Monitoraggio della sorgente puntiforme
  • Verificare il controllo ingegneristico o di processo
  • Contatore di particelle a dispersione di luce nell'aria

Meccanismo contatore di particelle aeree a dispersione (LSAPC)

Il contatore di particelle a diffusione di luce è uno dei design più popolari per il monitoraggio e la classificazione della qualità dell'aria nelle camere bianche. Conosciuto anche come contatore ottico di particelle, viene utilizzato per misurare le concentrazioni del numero di particelle e gli intervalli di dimensioni per convalidare i sistemi di filtri meccanici e identificare le fonti di inquinamento. Quando le particelle passano attraverso un raggio, la luce viene diffusa. I contatori ottici di particelle non visualizzano direttamente la dimensione delle particelle. Misura il diametro della luce diffusa e fluttuante nell'aria. La dimensione delle particelle (nota anche come dimensione delle particelle) viene misurata dopo che il rilevatore di fotoni ha convertito la dimensione e la frequenza della luce diffusa in un segnale elettrico. Misurazioni e dati utili richiedono un design ottico di alta qualità e laser grandangolari e grandangolari. Il design OPC intracavità (vedi sotto) aumenta l'intensità del raggio laser di un fattore 100 o più.

Articolo precedente Lascia che il tuo simpatico riccio viva a una temperatura confortevole

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di pubblicazione

* Campi obbligatori

Confronta Prodotti

{"one"=>"Seleziona 2 o 3 articoli da confrontare", "other"=>"{{ count }} di 3 elementi selezionati"}

Seleziona il primo elemento da confrontare

Seleziona il secondo articolo da confrontare

Seleziona il terzo elemento da confrontare

Confrontare